SOMAYOGA SULLA SEDIA 2

Come esseri umani abbiamo avuto bisogno di  milioni di anni di evoluzione per riuscire a stare in piedi ma ci sono bastati pochi decenni per  incollarci alle sedie e curvare le ns schiene. 
Occhi irritati, tensione a collo e spalle, mal di testa, rallentamento della circolazione sanguigna e linfatica, intestino pigro, minore densità ossea e maggiore predisposizione all’artrite e al diabete: sono solo alcuni degli effetti negativi della sedentarietà ma più che sufficienti per spronarci a muoverci.

Quando stiamo a lungo seduti la prima cosa importante da fare è interrompere quello che stiamo facendo, alzarci e camminare per qualche minuto. Molti anni fa lavoravo in un ufficio che si trovava all’ottavo piano: e ogni tanto lasciavo la scrivania, scendevo a piano terra e risalivo  usando le scale, non l’ascensore: pochi minuti di movimento che però facevano la differenza.
Ma anche restando  sulla sedia possiamo eseguire degli esercizi, come quello che vi propongo oggi, che hanno un doppio beneficio perché  ci aiutano a stare seduti  in una posizione migliore e contemporaneamente attenuano  le tensioni che accumuliamo restando a lungo in questa posizione.

Se quotidianamente  passate molte ore seduti per lavoro o studio, ricordate che per il vostro benessere è tassativo  alzarsi ogni ora  e muoversi per qualche minuto: fare le scale, andare a salutare un collega, bere o andare in bagno, sono tutte attività che, associate a movimenti come quello che vi  mostro,  aiutano  a  contrastare gli effetti negativi della sedentarietà.

Non guardate il video, praticatelo con me!