EMPOWERMENT

natale3

15.12.2018  Empowerment:

nella lingua italiana non esiste nemmeno la traduzione di questa parola inglese e ciò la dice lunga sulla condizione delle donne nel nostro paese. Emancipazione, autoaffermazione, potere, legittimazione, stimolo alla presa di coscienza dei propri diritti, assunzione di potere… nessuna di queste parole, indicate dal dizionario, è davvero adatta a trasmettere il significato di questo termine, tanto che alcuni vocabolari scelgono di lasciarla tale e quale. Il termine viene  molto  utilizzato da quando è apparso il movimento Me Too  che ha coinvolto, e sconvolto, le vite di molte persone  sensibilizzando l’opinione pubblica sulle molestie e violenze  che le donne continuano a subire. Le cronache lo testimoniano, purtroppo quasi quotidianamente.

La strada per una vera parità tra i sessi è ancora molto lunga, deve cambiare lo sguardo che gli uomini posano sulle donne ma anche il modo in cui le donne si vedono. Di certo qualcosa si è messo in moto, a livello planetario. E’ di pochi giorni fa la notizia che le donne marocchine si sono ribellate all’assurda legge sul diritto di eredità che prevede che le figlie femmine abbiano diritto a ereditare solo la metà di quanto spetta invece ai figli maschi!

Sono convinta che l’empowerment comincia dal corpo, dalla coscienza del proprio corpo, dalla possibilità di sentire la sua forza. E la vera forza non emana dai muscoli, ma dalle ossa. Non può esserci potere, stabilità, fermezza e autoaffermazione se non ci sentiamo, se non abitiamo il nostro corpo. Il video di oggi  parla di questo, con  un movimento che migliora il nostro modo di stare in piedi e ci insegna a  reggerci saldamente  sulle nostre gambe.

Auguri a tutte le donne e agli uomini che le apprezzano e capiscono quanto valgono.

Buon Natale!

natale3