Tartaruga o colonna in buona salute? I migliori addominali per una pancia piatta.

18 Giugno 2016

Alzi la mano chi non ambisce ad avere un addome piatto da esibire quando indossiamo un costume da bagno o un abito attillato. I vantaggi estetici sono però l’aspetto meno importante:  la pancia piatta  è soprattutto sinonimo di buona salute e buona postura. Buona salute perché quando il nostro intestino è felice – come ben descrive Giulia Enders nel suo libro “L’intestino felice”– l’addome è morbido e non gonfio.  Buona postura perché i muscoli addominali, tra le loro molte funzioni importanti, hanno quella di contenere e sostenere i visceri e stabilizzare la postura salvaguardando le curve naturali della nostra colonna, in particolare la lordosi lombare. Questo è fondamentale durante la nostra pratica yoga, ma ancor più  nelle nostre attività quotidiane. Per attivare i muscoli addominali profondi che hanno proprio questo compito di stabilizzare il tronco e permettergli di esprimere la sua  forza, non abbiamo bisogno di  massacrarci con esercizi faticosi. Basta semplicemente lavorare con espirazioni profonde e consapevoli mantenendo la colonna vertebrale nella sua posizione neutrale: una cosa semplice che possiamo fare in qualsiasi momento della nostra giornata, da sdraiati, seduti o anche in piedi. In tal modo la nostra colonna non viene danneggiata e non creiamo pressione endoaddominale, cosa che invece accade se pratichiamo gli esercizi addominali inspirando,  Questa abitudine è oltretutto molto dannosa anche per il pavimento pelvico.